Shampoo o senza shampoo?

Shampoo o senza shampoo?

Lo shampoo è il primo step del nostro washday se non facciamo il prepoo. Trovare un buono shampoo adatto ai nostri capelli non è molto facile, perché  ciò che il mercato propone e’ un inno alla secchezza costante.

Come ho sempre detto, miracoli non ne facciamo, ma possiamo darvi un paio di dritte che sicuramente potranno esservi utili per capire se il prodotto che avete in mano può fare al caso vostro o meno, rendendo nei casi piu’ estremi meno danno possibile ai vostri capelli.

Prima di tutto deve essere uno shampoo che pulisca in maniera efficente senza aggredire e spogliare i nostri capelli dagli oli naturali che sono essenziali affinchè crescano sani e forti. Per togliere lo sporco accumulato sui nostri capelli da smog, il build up dei prodotti che applichiamo, pioggia, vento e pioppi, alcune optano per lo shampoo, altre un cowash altre lavano senza shampoo.

Come capiamo che uno shampoo non e’ adeguato per i nostri Afro?

Tutti gli shampoo con cui noi nappy veniamo a contatto si rivelano inadeguati se seccano troppo i nostri capelli, questo perche’ complicano la nostra idratazione, rendendo i capeli secchi, deboli e crespi, ma sopratutto facilmente danneggiabili e fragili. I nostri capelli vista la loro natura inoltre nel lungo periodo hanno un forte rigetto per siliconi e parabeni che inizialmente ridanno vita ai nostri capelli, ma nel lungo periodo li rendono legnosi e spenti.

Quindi come deve essere un buono shampoo?

  • SENZA ALCOOL – deve essere uno shampoo delicato che eviti di togliere gli oli naturali del capello, ciò può essere fatto evitando l’alcohol ed i suoi derivati
  • pH 5 – il pH dei nostri capelli si aggira all’incirca intorno al 5, ciò consente alle noste cuticole di rimanere abbassate, donando un aspetto sano e di luce alle nostre chiome, per questo motivo dobbiamo utilizzare degli shampoo che mantengano il nostro pH naturale, quindi sempre meglio sceglierne uno che rimanga tra 4.5 e 5.5
  • ANTISTATICITA’ – uno shampoo è molto buono se contiene ingredienti antistatici come il Trimethyl Alkonium Chloride oppure l’Ammonium Chloride per eliminare l’elettrostaticità che si potrebbe creare nei capelli. Uno shampoo perfetto contiene anche il “Sodium Citrate” un composto che emette più ioni acidi quando ve n’è carenza oppure ne ssorbe se eccede.
  • OLI – un ottimo shampo idratante deve essere a base di oli, bilanciando l’effetto di rimozione dello sporco presente nei nostri capelli.
  • NO SLS & SLES
  • NO PARABENI
  • NO SILICONI

( un articolo ben dettagliato a seguire per i 3 ultimi punti )

Visitate il nostro negozio online www.nappytalia.it/nappystore la sezione SHAMPOO

FREE-POO

Se non si volesse usare lo Shampoo? Ma davvero? Scherziamo? E no non sto scherzando, da internet ho trovato un sacco di ragazze che non usano più lo shampoo. Anzi facendo delle ricerche ho scoperto che lo shampoo è un’invenzione dell’inizio del 20 secolo, per via del cambio di “durezza” dell’acqua e la presenza di calcare che dalle fonti comuni, invece ha iniziato ad essere introdotta direttamente in casa.

Ovviamente dopo aver appreso la scoperta del Free-poo poi la domanda sorge spontanea…ma con cosa si lavano allora?

  1. BICARBONATO: il bicarbinato di Sodio fa miracoli! E’ delicatissimo e svolge il suo lavoro, lava delicatamente togliendo lo sporco, senza eliminare gli oli naturali che servono. Per un lavaggio è sufficiente due cucchiai di Bicarbonato diluito in un bicchiere di acqua per i capelli afro, per capelli normali ne basterebbe solo uno di cucchiaio, ovviamente bisogna fare delle prove per capire quali siano le quantità per noi necessarie. Il bicarbonato và diluito prima dell’uso. Si bagnano i capelli e cute con acqua, dopo di che si applica la soluzione prima sulla cute, massaggiare dolcemente, in modo da poterla lavare bene, dopo di che passiamo alla lunghezza dei nostri capelli. Lasciamo il tutto sul capo per un 5 minuti, dopo di che sciacquiamo il tutto.
  2. ACETO DI MELE: il nostro adorato aceto di mele può rimpiazzare il nostro alleato balsamo. Districa i follicoli dei capelli, sigilla le cuticole e ristabilisce il pH dei nostri capelli. La proporzione dovrebbe essere un cucchiaino di aceto con un bicchiere d’acqua.

Questo e’ il primo step, seguiranno articoli su parabeni, solfati, siliconi, alcohol piu’ dettagliati per comprendere.

Al prossimo step!!!

di Evelyne S. Afaawua

Evelyne Sarah Afaawua

Imprenditrice, Web Influencer & Hair Coach. Sono ossessionata dai miei capelli. Facebook dipendente da gennaio 2014. Fondatrice di Nappytalia, la prima community in italiano sulla cura del riccio-afro, attualmente una start up di import e rivendita di prodotti naturali per i nostri capelli.

Evelyne Sarah Afaawua Google Plus

Lascia un commento