Prepoo / preshampoo / pre-shampoo

Prepoo / preshampoo / pre-shampoo

Prepoo / preshampoo / pre-shampoo

Una Nappy girl deve imparare a prendersi cura dei propri capelli colmando le singole esigenze che i nostri Afro hanno, ovvero “combattendo” il crespo, la secchezza, la disidratazione…e via andando, questo si può fare curando regolarmente la nostra chioma con gli step che abbiamo nominato nel nostro precedente articolo “Capelli in allenamento”, che abbiamo promesso di riprendere ed approfondire singolarmente per dare delle guidelines più esaurienti.

Il primo step era il PREPOO.

Nel nostro “Washday” il primo step è il prepoo o preshampoo. E’ vero il washday sembra un rituale ma vi dico che ne vale la pena veramente dedicarsi almeno una volta a settimana ai nostri capelli con tutti trattamenti del caso come prepoo, shampoo, maschera, balsamo, fanghi, amla ecc.

Cos’e’ quindi il prepoo?

Come indica la parola stessa, è un trattamento prima dello shampoo, applicato per attutire l’aggressione dello shampoo soprattutto se utilizzate ancora quelli contenenti solfati, perché’ come dovreste sapere certe sostanze seccano ulteriormente i nostri capelli.

Che effetto ha un prepoo sui nostri capelli?

Può sembrare inutile mettere una maschera prima dello shampoo che poi verrà lavata via, ma in realtà durante quei 30 o 60 minuti in cui abbiamo in testa il nostro prepoo, la maschera idrata i follicoli dei nostri capelli. E’ vero che ogni trattamento prima dello shampoo viene poi lavato via, ma vi garantisco che una maschera prepoo riduce l’azione seccante di uno shampoo soprattuto se contenente solfati, contrastando gli effetti negativi di questi ingredienti poco “friendly”.

Che prodotti usare per un prepoo?

Gli ingredienti da utilizzare per il nostro prepoo dipendono da noi, li scegliamo noi, non c’è una formula precisa, secondo me più semplice è, più si riesce a capire l’effetto positivo o negativo dei singoli componenti della maschera. Potete utilizzare un mix di oli, degli ingredienti che avete in casa come miele, latte di cocco, uovo, banane oppure un buon balsamo che preferite, va’ a vostra discrezione.

PREPOO CON OLI: gli oli sono veramente ottimi come prepoo perché’ nutrono ed idratano i nostri capelli naturalmente. Vanno scelti accuratamente quelli migliori per noi come olio di cocco, di jojoba, olio di semi d’uva, oppure il semplice Olio di oliva purche’ sia EXTRAVERGINE. Create il vostro mix senza esagerare con le dosi.

PREPOO CON BALSAMO: scegliete un balsamo che abbia come primo ingrediente l’acqua, cremoso ma non troppo denso. Potete aggiungere degli oli se gradite.

Come fare un prepoo?

  1. Create il vostro prepoo a base di oli o balsamo
  2. Dividete i capelli in 4 o piu’ sezioni
  3. Districate ogni sezione con un pettine a denti larghi
  4. Applicate il vostro prepoo
  5. Cuffia ed aspettate per 30 min o un’oretta affinche’ penetri nei capelli.

Provate a farlo almeno per un mese e guardate i risultati, poi aggiornatemi 😉

Fonte: Naturallycurly, Black girl long hair, Afro-Italian Nappy Girls 

di Evelyne S. Afaawua

Le immagini e il contenuto in questo post, se non diversamente specificato, sono coperti da copyright © 2014 Nappytalia, è vietata la riproduzione, distribuzione e l’uso improprio senza autorizzazione scritta dell’autore. I commenti al blog potrebbero essere moderati e potrebbero non apparire prima della moderazione, mi riservo di cestinare commenti particolarmente offensivi. Le critiche sono bene accette solo se rispettose, questo è un blog di pura informazione sulla cura e gestione dei capelli Afro, consigli, tutorial, senso di community ed appartenenza ed è mia intenzione mantenere uno spirito positivo. Non è ammesso spam e uso di stampatello  nei commenti. 

Evelyne Sarah Afaawua

Imprenditrice, Web Influencer & Hair Coach. Sono ossessionata dai miei capelli. Facebook dipendente da gennaio 2014. Fondatrice di Nappytalia, la prima community in italiano sulla cura del riccio-afro, attualmente una start up di import e rivendita di prodotti naturali per i nostri capelli.

Evelyne Sarah Afaawua Google Plus

Lascia un commento