Porosità

Quando si parla di porosità dei capelli Afro al Naturale, ci si riferisce a quanto bene i nostri capelli possano assorbire e trattenere l’umidità; questo è determinato dallo strato flessibile esterno di ogni singolo capello chiamato cuticola che già abbiamo incontrato nell’articolo struttura del capello.

La cuticola si occupa della regolazione dell’umidità nei nostri capelli, in parole povere, agevola od ostacola la fuoriuscita e/od entrata di acqua, oli e sostanze nutritive immesse che passano dentro e fuori dai “pori” dei nostri capelli. Necessitando di una costante e regolare idratazione quotidiana sapere quanto i nostri capelli trattengano “liquidi” diventa importante e fondamentale per chi ha capelli Afro.

Non vi è un’unica porosità per tutti i capelli, ci sono 3 livelli, il proprio tipo di porosità è dettato geneticamente dal nostro DNA o meglio ereditato, ma può essere influenzato anche da fattori esterni come l’esposizione ad agenti atmosferici, trattamenti termici e lavorazioni chimiche.

Conoscere la porosità dei propri capelli è di vitale importanza, ancora più importante del sapere quale sia la nostra “hair texture”, questo perché’ ci aiuta a capire quali prodotti siano i migliori ma soprattutto giusti per mantenere la nostra chioma idratata per avere capelli sani, elastici, forti e lucenti.

COME DETERMINARE LA POROSITA’ DEI NOSTRI CAPELLI?

Ci sono diversi metodi per conoscere il livello di porosità dei nostri capelli, qui spiegheremo in breve due modi molto veloci e pratici.

THE FLOAT TEST (vediamo se galleggia?!): Vi consiglio di farlo dopo esservi lavate i capelli con lo shampoo di modo che oli o creme idratanti non alterino il test. Dopo aver lavato ed asciugato i capelli, prendete un po’ di ciocche di capelli dal pettine ed adagiatele in un bicchiere d’acqua del rubinetto. Lasciate a riposo per 2-5 minuti. Se i capelli galleggiano, la porosità è bassa, se invece affondano la porosità è alta.

THE SLIP ’n’ SLIDE TEST: Prendete una vostra ciocca di capelli, fate scorrere le dita dalle punte fino alla radice ( da sopra a sotto ). Se sentite dei puntini vuol dire che le cuticole sono sollevate di conseguenza la porosità è alta, permettono ampia entrata e fuori uscita di acqua, oli, prodotti per capelli, se le dita scivolano senza intoppi vuol dire che la porosità è bassa.

BASSA POROSITA’

bassa

I capelli con bassa porosità hanno una cuticola “piatta”, con le scaglie/tegole che si sovrappongono. Questo tipo di capello è considerato sano, visivamente è molto lucido, soprattutto quando si ha un colore di capelli molto scuro. Una chioma con bassa porosità respinge l’umidita e l’idratazione quando si tenta di bagnarla ed è molto difficile da trattare in quanto “oppone” resistenza alla penetrazione di sostanze immesse esternamente soprattutto quelle chimiche.

I capelli a bassa porosità si sporcano più facilmente ma creano in particolare quello che in inglese si definisce come “product build up”, ovvero quell’effetto rigido e paglierino dei capelli quando si usano prodotti ricchi di proteine.

Quando si ha una bassa porosità è meglio usare prodotti privi di proteine, balsami senza risciacquo che hanno umettanti come il miele e la glicerina che attraggono e trattengono l’umidità nei nostri capelli; e’ molto importante scegliere prodotti a base di liquidi leggeri, come latte per capelli che non pesera’ sui vostri capelli e non li lascerà’ oleosi o grassi.

POROSITA’ MEDIA

mediaI capelli di media porosità richiedono una media manutenzione. Lo strato della cuticola è più flessibile, consentendo la giusta presenza di umidità e di entrata di prodotti idratanti evitandone una fuoriuscita eccessiva. I capelli con porosità normale tendono a “reggere” maggiormente le acconciature ed i risultati di tinta (anche con Henne’) sono belli, visibili e subito evidenti, ricordatevi che questi processi di tinta chimica a lungo andare possono danneggiare i vostri capelli ed addirittura aumentarne la porosità. Vi ricordo che i trattamenti e maschere proteiche ogni 6-8 settimane sono essenziali, non abusatene pero, non dovete farne un uso quotidiano.

POROSITA’ ALTA

 alta

L’alta porosità dei capelli, può essere ereditata o essere il risultato di danni subiti dai trattamenti chimici eseguiti o danni ambientali, la loro cuticola presenta delle lacune e buchi, che lasciano troppa umidità nei nostri capelli creando un ambiente umido che rende crespi i nostri capelli.

Alcune semplici attività come fare il bagno, nuoto e l’uso dello shampoo possono creare danni e spezzare i nostri capelli a causa dell’enorme quantità di umidità che i capelli ad alta porosità sono in grado di assorbire.

E’ meglio usare anti-umettanti con alto calore e umidità, che possono contribuire a sigillare le cuticole danneggiate ed impedire che assorbano umidità in eccesso nell’aria. Ricordiamo che i capelli ad alta porosità perdono altrettanto facilmente l’umidità ( it goes out as quick as it comes in ) è importante utilizzare un balsamo senza risciacquo ( leave in conditioner ), creme idratanti e “sigillanti”. L’uso di questi prodotti aiuteranno a mantenere i capelli umidi al punto giusto senza eccedere oltre la normalita’. Inoltre potrete colmare i buchi delle vostre cuticole e regolare la vostra porosità con burri (pesanti) per capelli come il burro di karité (shea butter) o il burro di mango (mango butter) o il cupuacu butter, che proteggeranno ulteriormente dalla perdere troppa umidita’.

Di Evelyne Sarah Afaawua & Shiloh D’Almeida Goveia

Fonte: www.Naturallycurly.com

 foto: Google Immagini

No votes yet.
Please wait...

Comments

comments

Evelyne Sarah Afaawua

Imprenditrice, Web Influencer & Hair Coach. Sono ossessionata dai miei capelli. Facebook dipendente da gennaio 2014. Fondatrice di Nappytalia, la prima community in italiano sulla cura del riccio-afro, attualmente una start up di import e rivendita di prodotti naturali per i nostri capelli.

Evelyne Sarah Afaawua Google Plus

Leave a comment

Shares