La Blanche Noire di Blanche Bettina Kollo

La Blanche Noire di Blanche Bettina Kollo

Non starò qui a raccontarvi la solita storia del ritorno alle mie origini o come un giorno mi sono risvegliata e volevo rivedere me stessa allo specchio, mentirei a me stessa in primis, ma soprattutto a voi.

Ricordo che ho sempre avuto capigliature diverse in testa da piccola: mia madre ha iniziato i suoi esperimenti capillari su di me all’età di sei mesi, nonostante le proteste di mia nonna che voleva mi lasciasse dormire in santa pace, lei continuava indisturbata a creare le sue opere d’arti sul mio capo. Non ho mai avuto costrizioni particolari sono sempre stata molto libera di portarli come meglio credevo, l’unica cosa su cui mio padre è sempre stato contrario e categorico e’ sempre stato il taglio, non voleva vedere i miei capelli corti.

Sono quindi cresciuta con la cultura dell’acconciatura che si prepara la domenica per la settimana, che si cambia nel piu’ breve periodo possibile per risultare sempre alla moda ed una novita’ agli occhi di amici, parenti, compagni di scuola, ma soprattutto con la parola d’ordine NO AL TAGLIO costi quel che costi, questo è ciò che mi e’ stato tramandato dai miei genitori. Ad oggi infatti il mio passatempo principale e’ quello di cambiare acconciatura molto spesso quasi con la stessa frequenza con cui mi cambio l’intimo, potrei tranquillamente dire che Rihanna mi fa un baffo!!! Essendo ora piu’ grande ed in grado di gestire i miei capelli da sola, solo ora riesco a dare una spuntatina ai capelli in tutta tranquillità ogni tanto.

Blanche da piccola

Blanche con una delle acconciature che le faceva la mamma da piccola

Non ricordo la mia prima stiratura chimica, e neanche le mie prime extensions, so’ solo che ero abbastanza grandicella, ero già in Europa da parecchio tempo e siccome lo facevano tutte, mi sono detta perché no? Staranno ben anche a me?! Per me tutto ciò rappresentava solo maggior comodita’ e versatilità nel portare i miei capelli, potevo sbizzarrirmi ancora di più e cambiare look a comando, senza sottostare ai limiti che i miei capelli mi imponevano, pensate che una mia amica teneva il conto delle mie acconciature facendomi una foto ogni volta che cambiavo look.

In compenso, ricordo benissimo l’esatto momento in cui ho deciso di smettere di stressare i miei capelli, e come vi dicevo all’inizio, non è stata per niente una scelta “ spirituale “! Semplicemente, mi trovavo lontana da casa, con pochi soldi e senza le mie parrucchiere a portata di mano, è allora che ho dato il primo taglio netto, dettato anche dal fatto che ero diventata intollerante a qualsiasi forma di cosmetico, le creme stiranti prima di tutto, insomma un ritorno al Naturale necessario.

E’ iniziata così la mia rivoluzione, avevo pure smesso di truccarmi all’epoca. Non mi fidavo più della cosmesi. Volevo saperne di più su tutto ciò che mi mettevo addosso. Iniziai a fare ricerca, scoprii così il mondo dello “spignatto”, ossia i cosmetici homemade.

Tutto ciò accadde nell’estate 2012, questa è la data del mio primo big chop ( rasata ai lati con cresta ancora stirata ), seguito da un secondo grande big chop agli inizi del 2013, questa volta ho optato per una rasata totale, ci avevo preso gusto! Ecco la nascita della grande storia d’amore tra me e i miei capelli, tra alti e bassi, tentazioni e ripensamenti ma nonostante ciò, sono esattamente tre anni che non li stiro. Mi diletto tra afro libero d’estate e acconciature protettrici d’inverno, il tutto condito da tanta tantissima cura tutta rigorosamente homemade, fatta da me, poiché tra le tante soddisfazioni che mi ha apportato il mio afro, la più grande è stata la vocazione per la cosmesi, in particolare cosmesi per pelli scure, che ahimè sono state fin troppo trascurate fino ai giorni nostri, quindi spero un giorno possa diventare un vero e proprio lavoro!

di Blanche Bettina Kollo

Le immagini e il contenuto in questo post, se non diversamente specificato, sono coperti da copyright © 2014 Nappytalia, è vietata la riproduzione, distribuzione e l’uso improprio senza autorizzazione scritta dell’autore. I commenti al blog potrebbero essere moderati e potrebbero non apparire prima della moderazione, mi riservo di cestinare commenti particolarmente offensivi. Le critiche sono bene accette solo se rispettose, questo è un blog di pura informazione sulla cura e gestione dei capelli Afro, consigli, tutorial, senso di community ed appartenenza ed è mia intenzione mantenere uno spirito positivo. Non è ammesso spam e uso di stampatello  nei commenti. 

Evelyne Sarah Afaawua

Imprenditrice, Web Influencer & Hair Coach. Sono ossessionata dai miei capelli. Facebook dipendente da gennaio 2014. Fondatrice di Nappytalia, la prima community in italiano sulla cura del riccio-afro, attualmente una start up di import e rivendita di prodotti naturali per i nostri capelli.

Evelyne Sarah Afaawua Google Plus

Lascia un commento