Consigli Porosita’

porosita-capelli

Cosa fare in caso di capelli ad alta porosità?

I capelli porosi sono sinonimo di capelli che perdono più facilmente umidità quindi è necessario trattenerla. La maniera migliore è idratando e chiudendo le cuticole. Vediamo come.

– Per quanto riguarda l’idratazione un trucco può essere quello di mischiare in uno spruzzino un olio vegetale e acqua minerale ( o succo di aloe vera ) da usare quando i capelli vi sembrano secchi.

– Fare l’ultimo risciacquo con soluzioni a pH acido, cioè minore di 7, questo servirà a chiudere le cuticole favorendo una minore perdita dell’idratazione e rendendo i capelli più lisci e luminosi. Ottimi rimedi sono l’aceto di mele, succo di limone e succo di mela.

– Dopo aver lavato i capelli come d’abitudine ; mescolate 2 cucchiai di aceto di mele con 500 ml di acqua. Risciacquate i capelli con il miscuglio creato. Non preoccupatevi dell’odore. L’aceto di mele è una sostanza che evapora in tempo breve. In un’ora l’odore svanirà. Altrimenti potete sempre aggiungere 3 gocce di olio essenziale di lavanda ( o quello che preferite ) per profumare.

– Un’ alternativa è il succo di limone mischiato semplicemente con acqua.

– Oppure sempre come ultimo risciacquo, potete mescolare mezzo bicchiere di succo di mela + 1 o 2 cucchiaini di gel di aloe vera + 800 ml di acqua.

– Risciacquare i capelli con acqua fredda ( non gelida! ). Un getto di acqua fredda chiude le squame del capello, donando ai capelli lucentezza e luminosità.

– Fare trattamenti proteici. Le proteine riempiono le lacune nella cuticola e se di dimensioni sufficientemente piccole possono anche penetrare la corteccia rinforzando il capello. Efficaci sono le proteine idrolizzate della seta e del riso.

– Per contrastare la fragilità di un capello poroso le polveri indiane come la Cassia obovata ( Hennè neutro ) e Amla sono degli ottimi prodotti capaci di rinforzare il capello.

Bassa manipolazione . I capelli porosi sono più inclini alla secchezza e di conseguenza alla rottura. Per questo è fondamentale districare i capelli con attenzione con un pettine a denti larghi. Ancora meglio se si usano solo le dita per un approccio più gentile.

Minimizzare l’uso del calore. Le cuticole sono già compromesse. Dunque evitate di peggiorare la situazione con il calore che favorisce la rottura del capello. L’applicazione di strumenti riscaldati ( asciugacapelli, piastre ecc. ) implicano l’assorbimento dell’umidità nella nostra chioma. Inutile dirvi come per i capelli a elevata porosità possa essere il peggio del peggio.

 

Cosa fare in caso di capelli a bassa porosità?

Con capelli a bassa porosità c’è il rischio che i trattamenti che si fanno ( come maschere ed impacchi ) possano non penetrare bene nelle cuticole. Quindi la cosa migliore da fare è cercare di aprirle. Ecco come :

Calore. Prima di applicare impacchi a base di olio, maschere idratanti o altri trattamenti, bagnate i capelli con acqua calda ( non bollente ). Una volta applicato il trattamento coprite il capo con la pellicola ed un asciugamano ( che precedentemente avrete fatto scaldare sul termosifone ). Oppure sfruttate il calore del phon o di un essiccatore, contribuendo ad aprire le cuticole più velocemente.

– Fare trattamenti ad olio caldo

– Usare prodotti a pH basico, ovvero maggiore di 7. Le sostanze basiche hanno proprio la funzione di aprire le squame. Prima di procedere con i trattamenti passate sui capelli una miscela di acqua + bicarbonato di sodio ( basico ) per aprire le squame.

– Per la vostra idratazione giornaliera scegliete oli leggeri, per esempio jojoba, cocco e vinaccioli. Un capello a bassa porosità tende ad assorbire con difficoltà. Meglio evitare oli pesanti se non si vuol avare capelli unti.

NB: L’ultimo risciacquo con acqua fredda è consigliato sia per capelli a bassa porosità sia per capelli ad alta porosità. Quest’ultima operazione donerà lucentezza alla chioma

Di Evelyne Sarah Afaawua & Cristina Samuel

Evelyne Sarah Afaawua

Imprenditrice, Web Influencer & Hair Coach. Sono ossessionata dai miei capelli. Facebook dipendente da gennaio 2014. Fondatrice di Nappytalia, la prima community in italiano sulla cura del riccio-afro, attualmente una start up di import e rivendita di prodotti naturali per i nostri capelli.

Evelyne Sarah Afaawua Google Plus

Lascia un commento