Come curare i ricciafro quando fate sport

Come curare i ricciafro quando fate sport

Mens sana in corpore sano: ma non dimentichiamoci del nostro afro!

Vi piace tenervi in forma facendo sport?

Dopo una lunga giornata di stress al lavoro, la palestra è il luogo perfetto per sfogarvi un pò?

Non vi stiamo per proporre un abbonamento super scontato per la palestra; continuate a leggere per scoprire cosa aggiungere al vostro borsone da sport per curare i vostri ricciafro!

Eeh già, esattamente, anche durante l’attività fisica è importante non dimenticarsi dei nostri ricci! Eeeh l’ultima cosa che vorremmo è il nostro protective style che si impiglia in qualche macchina in palestra, sappiatelo, la scena dei capelli che si muovono lentamente assieme a noi mentre corriamo, succede solo nei film.

Nonostante tutto, dateci dentro in palestra, a tennis, a calcio, a pallavolo, a judo ad arti marziali…ed ogni tipo di sport che vi piace e soprattutto, vi appassiona. In tutto questa positività, quale sarà la nota dolente?

Il sudore.

Quelle quattro gocce – si fa per dire – che ci scorrono sul corpo, sulla faccia, sulla fronte e dimostrano che stiamo bruciando ci pongono di fronte ad un dubbio amletico:

ma sono sporchi? Puzzano? Li lavo o non li lavo?

Prima cosa! Chiariamo che il sudore non è altro che un liquido secreto dalle ghiandole del nostro corpo ed è costituito principalmente da acqua ed altre sostanze che ne determinano la salinità. Normalmente è inodore, ma è possibile che si creino batteri all’interno quando vi è attrito e ne diano odore.

sudore sport work out

Ricordatevi di bere molta acqua, per ribilanciare i liquidi persi nel corso dello sport

Ora parliamo chiaramente:

Prima dell’attività fisica – Legate i vostri ricciafro.

Sbizzarritevi con qualsiasi acconciatura, che siano lunghi o corti i vostri capelli teneteli legati, uniti e compatti in questo modo oltre a diminuire l’attrito dei capelli evitando i nodi, non entreranno in contatto con il sudore della pelle e non vi daranno fastidio!

Ecco alcune acconciature che potreste utilizzare:

Puff: Il puff è una coda alta che raccoglie i capelli. Potete utilizzare un elastico oppure una calza per stringere i capelli alla base del vostro puff! Vi ricordiamo del tutorial con cui vi abbiamo insegnato come creare degli elastici da puff e codine molto utile. Trovate il tutorial qui.

Puff Ricci afro

Un bellissimo puff che tiene i capelli lontani da pelle e nuda, riducendo il contatto con il sudore.

Corn Row: I corn rows sono delle treccine attaccate alla testa! Ci sono tantissimi tipi e style, soprattutto i ragazzi amano sbizzarrirsi con dei disegni, risultato dell’intreccio e sovrapposizione delle treccine. Possono essere tenute per 3/4 settimane. Molto veloci e pratiche nel lavaggio e gestione, soprattutto se fate sport, quindi sbizzarritevi!

Corn row ricciafro sport

Kawhi Leonard sfoggia i suoi corn row durante una partita di basket

Bantu knots: I bantu knots hanno una storia che vi racconteremo in un altro articolo, perché merita veramente di essere condivisa. Passiamo al lato pratico dei bantu knots; dovete dividere i vostri capelli in più sezioni ed arrotolare ogni ciocca di capelli su se stessa, dopodichè procedete arrotolando la ciocca alla base della testa come un piccolo nido. Arriverà un tutorial a breve anche su questo!

Bantu knot nappytalia

Bantu Knots

Trecce: Sulle trecce potremmo veramente scrivere un enciclopedia. Trecce, treccine, una o più insieme, con solo capelli naturali, con aggiunte, tozze e corte, fini e lunghe, arrotolate su se stesse o fermate con una coda bassa, veramente ce ne sono tanti tipi. Il consiglio utile che chi sentiamo di darvi è che vadano tenute tutte rigorosamente legate e sistemate, portando i capelli lontano dal collo e corpo, legati, di modo che vi permettano di muovervi senza troppo disturbo!

Venus Williams, giocatrice di tennis sfoggia i suoi capelli afro intrecciati!

Usate tutti gli accessori di cui avete bisogno per fissare la vostre acconciatura ma ricordate di non stressare la tua cute tirando troppo! Inoltre indossate una bandana di cotone, questa assorbirà il sudore immediatamente evitando che entri a contatto con le lunghezze!

Una pratica fascetta di cotone per assorbire immediatamente il sudore

Dopo aver finito l’allenamento cosa fare?

Asciugate i vostri capelli con una salvietta di cotone o microfibra tamponandoli.

Potete procedere quindi ad un nuovo styling bagnandoli e utilizzando una crema styling e/o gel, abbinato ad un olio per mantenere l’idratazione che i sali contenuti nel sudore potrebbero aver prosciugato.

Se invece ritenete che sia giunto il momento di rilavarli ma il vostro ultimo shampoo risale a pochi giorni prima, la soluzione sta nel magico CO WASH che vi permetterà di rinfrescare i vostri capelli senza essere troppo aggressivi.

Il co wash infatti è un lavaggio alternativo che consiste nell’utilizzo di un balsamo senza siliconi (1/2 bicchiere da caffe) che potreste mischiare con lo zucchero di canna (1/2 cucchiaio). In questo modo lo zucchero servirà come scrub per la vostra cute e il balsamo laverà in modo non aggressivo le lunghezze.

 

Se praticate nuoto in piscina non dimenticatevi del nemico cloro.

Imbalsamate letteralmente i vostri capelli con tanto balsamo, prima di metterli sotto la cuffietta, in questo modo il balsamo creerà una barriera protettiva che non permetterà all’acqua di entrare nel fusto.

Appena uscite dalla piscina lavate immediatamente i capelli, non lasciateli asciugare con il cloro sopraRicordatevi che da bagnati i capelli sono piu’ fragili quindi minimizzate bruschi movimenti e pettinate sempre dalle punte, per togliere i nodi, e poi procedete dalla base verso l’esterno.

Fateci sapere tramite un commento se l’articolo vi è stato utile e se avete altri suggerimenti da condividere con noi!

di

Sara Bentass

Web Editor Nappytalia

Evelyne S. Afaawua

Editor-in-Chief Nappytalia

Le immagini e il contenuto in questo post, se non diversamente specificato, sono coperti da copyright ©Nappytalia. E’ vietata la riproduzione, distribuzione e l’uso improprio senza autorizzazione scritta dell’autore. I commenti al blog sono moderati e potrebbero non apparire prima della moderazione, ©Nappytalia si riserva di cestinare commenti offensivi. Le critiche sono bene accette solo se rispettose, questo è un blog di informazione sulla cura e gestione del capello Riccio Afro al naturale, consigli, tutorial, senso di community ed appartenenza. E’ di fondamentale importanza per ©Nappytalia mantenere questo spirito positivo. Non è ammesso spam e uso di stampatello nei commenti

Lascia un commento