Benjamina e Dreadlocks: come ho scelto il mio ritorno al naturale

Benjamina ed i suoi dreadlocks

Benjamina e Dreadlocks: come ho scelto il mio ritorno al naturale

Da creme chimiche a dreadlocks

Ciao #NappytaliaFamily,

Mi chiamo Benjamina, sono Ghanese d’origine ed Italiana , per la precisione Veronese. Ho studiato archeologia, sto facendo un master in Storia dell’Arte Africana, del Pacifico e Americana in Inghilterra. Se mi incontraste per strada la mia apparenza suggerirebbe diversi pensieri, ed i miei capelli in particolare vi potrebbero dire tutto, ma in realtà niente, perché c’è molto di più dietro a questa scelta.

Adoro il fatto che finalmente anche in Italia, abbiamo il coraggio di portare i nostri capelli nella loro forma naturale. Per anni non abbiamo avuto una rappresentanza che ci rispecchiasse soprattutto nell’estetica quindi quando Nappytalia è nato, ero estasiata di condividere e seguire i consigli di cui tutti noi avevamo bisogno da tempo.

Quando ho deciso di passare dai miei capelli chimicamente trattati ai miei capelli naturali, ho scelto i dreadlocks – in quanto penso mi rappresentino al meglio. Nel movimento natural italiano però, i dreadlocks, chiamati erroneamente rasta da alcuni, non sono oggetto di discussione, forse perché non molte persone li hanno come in altri paesi dove il movimento natural ha già preso piede da molto tempo e soprattutto non viene vista come un’acconciatura per persone “per bene”.

Dopo tante domande, ho pensato di condividere con la nappy community la mia esperienza personale riguardo ai dreadlocks, e chiarire dubbi ed incertezze, ma prima di andare avanti, vorrei raccontarvi come ho iniziato la mia nappy journey.

Benjamina e Dreadlocks: come ho scelto il mio ritorno al naturale

Benjamina durante la sua infanzia quando pensava che i capelli lisci fossero l’unico tipo di capelli che potesse avere…

Ho avuto capelli chimicamente modificati da quando avevo circa 7 anni, e prima di allora, avevo i capelli corti. Non ho mai chiesto a mia madre di avere i capelli diversamente, anzi. La mia aspirazione era avere i capelli più lisci possibili, proprio come le persone che vedevo in TV e come le mie compagne di classe – quello che non sapevo però era che i miei capelli non erano fatti per essere lisci.

Quando mi sono trasferita in Gran Bretagna per andare all’università, mi sono accorta che non sapevo gestire i miei capelli ed a causa della stiratura chimica, li stavo perdendo tutti. Quindi all’inizio del secondo anno, ho deciso di lasciar perdere tutte queste creme e passare ai capelli natural, facendo i dreadlocks che ho tanto ammirato sui capelli dei miei cantanti e musicisti preferiti – Lauryn Hill, India Arie, Ledisi, Bob Marley, Erykah Badu.

Benjamina e Dreadlocks: come ho scelto il mio ritorno al naturale

La cantante Lauryn Hill con i dreadlocks Fonte: Pinterest

Sono due anni che ho i dreadlocks e vi mentirei se vi dicessi che è stato facile, nonostante mi fossi “preparata” con video YouTube, il primo anno è stato un disastro. Se c’è una cosa che i miei capelli mi hanno insegnato è la pazienza! Ci vuole tanta pazienza, perché i dreadlocks non crescono il giorno dopo, ma mesi e mesi dopo, con cura e costanza.

Per facilitare la mia transizione da capelli chimicamente modificati a dreadlocks, ho deciso di non fare il big chop, ma di fare i dreadlocks e tagliare i miei capelli piano piano. Oggi guardando indietro, penso sia stata una cattivissima idea, avrei dovuto fare un transitioning o forse meglio ancora un big chop!

Ma si vive, si impara e si fa di meglio – giusto?

Benjamina e Dreadlocks: come ho scelto il mio ritorno al naturale

Dopo due anni di crescita, ecco i dreadlocks di Benjamina.

Dopo ricerche e suggerimenti da amici, sta andando molto meglio. Mi prendo cura dei miei capelli, e grazie ad un paio di canali YouTube, riesco a fare acconciature. Vi aspetto nel prossimo articolo dove vi spiegherò in maniera dettagliata la mia Hair Routine e risponderò alle diverse domande che mi avete posto 😉

Di Benjamina Efua Dadzie.

Pubblicato il 10 novembre 2016.

Le immagini e il contenuto in questo post, se non diversamente specificato, sono coperti da copyright © 2014 Nappytalia, è vietata la riproduzione, distribuzione e l’uso improprio senza autorizzazione scritta dell’autore. I commenti al blog potrebbero essere moderati e potrebbero non apparire prima della moderazione, mi riservo di cestinare commenti particolarmente offensivi. Le critiche sono bene accette solo se rispettose, questo è un blog di pura informazione sulla cura e gestione dei capelli Afro, consigli, tutorial, senso di community ed appartenenza ed è mia intenzione mantenere uno spirito positivo. Non è ammesso spam e uso di stampatello  nei commenti. 

Evelyne Sarah Afaawua

Imprenditrice, Web Influencer & Hair Coach. Sono ossessionata dai miei capelli. Facebook dipendente da gennaio 2014. Fondatrice di Nappytalia, la prima community in italiano sulla cura del riccio-afro, attualmente una start up di import e rivendita di prodotti naturali per i nostri capelli.

Evelyne Sarah Afaawua Google Plus

Lascia un commento